RSS

Spagna 2013

Torri, palazzi maestosi, ceramiche, giardini nascosti, parchi che ti tolgono il fiato da quanto sono grandi, palme altissime che si innalzano sulla tua testa, ristoranti tipici che ti invitano ad assaggiare le specialità, storia di un luogo che ha visto passare generazioni di sovrani e ha lottato per ciò che ha costruito con tanta fatica. Tutto questo e molto altro ancora è il “paesaggio” che si apre davanti a chi decide di fare un viaggio a Siviglia.
Città fondata nell VIII secolo a.c. dai Tartessi, passa nelle mani poi dei cartaginesi, Scipione l’Africano e infine dei cristiani.
Visualizza Famosa per la corrida ospita uno delle arene più importanti del Paese, Plaza de toros, dove ancora oggi vengono fatti spettacoli durante l’anno.
Spostandosi verso il centro di Siviglia, tra le mura antiche della città, si innalza la Giralda, la torre campanaria della cattedrale tra le più grandi d’Europa, esempio di architettura gotica e barocca.
La torre è un antico minareto almohade che, quando fu costruito, era la più alta torre del mondo con i suoi 104,1 m di altezza.
La Giralda non ha scale ma 34 rampe, che consentivano al muezzin a cavallo, di salire in cima alla torre per intonare l’invito alla preghiera, l’adhan.
Un altro simbolo importantissimo è il palazzo dell’alcazar, per la sua straordinaria bellezza è stato scelto come sede principale dei monarchi della città per diverse generazioni.
Il palazzo resta uno dei migliori esempi di architettura mudéjar, stile sviluppatosi durante il regno cristiano della Spagna, ma che utilizzò influenze architetturali islamiche.
All’interno splendidi tappeti raccontano delle vicende dei reali che hanno combattuto durante le guerre e dei patti stipulati con l Italia, soprattutto Napoli, e il nord Africa.
Visualizza La corte interna è un vero e proprio parco con aranci e limoni che ti accompagnano nel giro con il loro fresco profumo.Il palazzo è diviso in molte parti e ha diverse influenze dall islamico al neoclassico.
Parlando sempre di palazzi storici se ne possono trovare moltissimi in diversi punti della città, come il palazzo dei Pilates che ancora oggi ospita la famiglia in una zona privata dell edificio.
Il centro storico è arroccato tra le mura nella parte alta della città. Tra i vicoli aleggia il profumo inebriante di jamon serrano, assolutamente da assaggiare, ma non da comprare!
Ultima ma non meno importante è Piazza di Spagna.
Di straordinaria bellezza, si apre davanti ad uno dei più importanti parchi della città.
A forma di mezzaluna, la piazza, rappresenta tutte le città della Spagna con dei mosaici in ceramica di tutti i colori. Piccoli ponti sempre decorati con ceramiche in stile islamico ti permettono di scavalcare il piccolo fiume che passa all interno della piazza.
Bagnata dal fiume guadalquivir, gode di un clima temperato.
Uno dei periodi migliori per visitarla, ovviamente, è la primavera

Back

Commenti